Mimesia | Amore di mamma
15733
post-template-default,single,single-post,postid-15733,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,boxed,,qode-theme-ver-16.8,qode-theme-bridge,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-5.5.2,vc_responsive

Amore di mamma

Amore di mamma

Questa mattina parlando con un’amica le ho detto quanta felicità provo nel vedere crescere i miei figli, non semplicemente in altezza o in gesta (alquanto scarse nello specifico devo dire per onor di cronaca!), ma sul fatto che provo un’indicibile felicità nell’osservarli mentre vivono, escono e viaggiano.
Fuori dal mio sguardo.
Non condivido l’amore che ama solo se allunga un braccio e trova l’oggetto della sua predilezione. L’amore è come l’aria. Vola. Viaggia. E’ nell’etere.
L’amore non è a portata di sguardo o di tatto.
L’amore è ciò che ti illumina il viso e che ti fa sorridere al solo pensiero dell’esistenza dell’altro. Ovunque esso sia.

Ecco per me l’amore è questo.

E da quando ho imparato ad amare i miei figli per quello che sono realmente e non per quei prodromi che penzolavano dalle mie braccia fino a pochi anni fa… per me l’estasi dell’amore materno si sublima nel saperli nel mondo, liberi! Esattamente come gli animali.
Sì, è proprio questo paragone che mi sono ritrovata a fare questa mattina.
In realtà è alquanto banale, ma non avevo mai pensato che l’amore delle mamme in natura non è per ciò che il figlio è o fa o per chi diventerà. L’amore degli uccelli o delle giraffe, o dei cavalli va oltre. E’ talmente profondo che riguarda l’essenza stessa del nuovo nato. Appena un uccellino è pronto la mamma lo invita a saltare giù dal ramo. Mamma-uccello sa che il suo cucciolo potrebbe morire, ma il suo istinto le offre il dono più grande, che forse noi umani abbiamo scordato, ed è la fiducia nelle sue capacità!
La fiducia nella sua essenza! La fiducia negli strumenti che madre natura gli ha fornito. Mamma-giraffa e mamma-cavalla sanno che il cucciolo appena nato deve mettersi ritto sulle zampe, lei non sa ancora come sarà quella creatura e cosa farà, ma sa che per prima cosa deve donargli la libertà di essere se stesso, la fiducia che lui/lei possono farcela. Sempre e comunque.
Ecco, per me sapere i miei figli liberi nel mondo – pur con tutti i pericoli che esistono – rappresenta l’estasi dell’amore, e non importa che poi mi facciano il resoconto o la lista della spesa. I loro occhi raccontano già e le parole arriveranno poi. Non è una ricetta, ed è solo ciò che sento: questa fiducia nella loro essenza è un istinto animale che mi spinge sempre a dargli il senso che ha per me l’amore.

Radici solide, un luogo a cui tornare, abitudini da ritrovare, abbracci da gustare in tre sul divano mentre ci litighiamo la coperta e Lorenzo divide la Pringles con il rigore del ragioniere…nel mezzo c’è la vita e un intero mondo da visitare e esperienze da provare, risate da condividere!

Un salto nel vuoto per mamma-uccello che guarda consapevole, e l’emozione nello stomaco per i cuccioli che volano via.

Tiziana Alma Scalisi

No Comments

Post A Comment